bambini su canotto in acqua ala mare

 

Come proteggere la pelle dei bambini al mare? Un’impresa non facile visto che tenerli buoni sotto l’ombrellone sembra impossibile. Vediamo insieme prodotti e consigli per evitare che si scottino.

 

A CHE ORA PORTARE I BAMBINI IN SPIAGGIA

Come prima cosa per proteggere la pelle dei bambini dovete evitare di andare in spiaggia nelle ore più calde della giornata, non solo per prevenire maggiormente gli eritemi ma anche per i pericolosi colpi di calore. Sono i genitori a doversi adattare ai ritmi dei bimbi e non viceversa, anche se vorreste trattenervi di più in spiaggia o arrivare con più calma la mattina. E’ un comportamento di buon senso in generale ma ancor di più quando si tratta del benessere dei bimbi.

Il cappellino è un altro accorgimento importante per proteggere la testa e la pelle del viso dai raggi solari. I bagni poi non possono che fare del bene: meglio però tanti e brevi che un solo bagno prolungato. L’acqua infatti rinfresca molto, ma allo stesso tempo riflette il sole causando facili e violente scottature.

 

SOLARI PER I BAMBINI

 Scontato infine per proteggere la pelle dei bambini al mare l’uso dei solari con fattore protettivo molto altro, meglio ancora se schermo totale, almeno per i primi tempi. In fondo ai bambini non importa della tintarella quindi abbondate pure con la protezione.

Oltre alle creme solari usate anche gli altri prodotti per la cura della persona specifici per l’igiene e l’idratazione della pelle: esistono linee di prodotti baby di tante valide marche per nutrire la pelle di viso e corpo nel periodo estivo.

 

Fonte immagine: https://farm4.staticflickr.com/3925/15129886861_d5a71e6594_z.jpg