panni colorati appesi su stampella su parete scura

 

Lavare i capi colorati non è affatto semplice anche perché a volte la qualità lascia a desiderare e poi finiamo col trovarci chiazze colorate su capi bianchi, aloni sbiaditi sul nostro maglioncino rosso preferito…insomma un pasticcio. Prima quindi di azionare la lavatrice seguite questi semplici consigli.

 

COME USARE LA LAVATRICE PER I COLORATI

Esistono prodotti per la casa specifici per il lavaggio dei colorati in lavatrice, quindi meglio usare quelli che un normale detersivo. La candeggina per smacchiare i colorati va dimenticata, serve solo per sbiancare, sarebbe disastrosa sui colorati, a meno che non compriate la versione per colorati ma anche in quel caso attenzione! Distinguete i panni per colore e consistenza del tessuto ( anche questo incide sui risultati del lavaggio), i colorati chiari non possono certo essere mischiati ai vestiti scuri, come i jeans e la biancheria della casa non possono essere lavati insieme ai panni delicati come le camice, l’intimo e le magliette. Ricordate che i vestiti nuovi tendono  a scolorire di più. Detersivo in polvere o liquido non fa molta differenza, dipende più che altro dalla vostra preferenza. Il quantitativo di prodotto dipende dal volume del carico, ma con l’esperienza poi farete ad occhio. Invece il programma di lavaggio è fondamentale perché temperatura e modalità cambiano e sono specifici per tipologia di carico. Leggete quindi l’etichetta degli indumenti per capire che tipo di trattamento possono subire, altrimenti rischiate di rovinarli.

 

QUANDO LAVARE A MANO

 A volte per esempio bisogna lavare a mano, per esempio i golf o altri articoli che si possono slargare o restringere in lavatrice. Lavare i capi colorati richiede insomma un po’ di esperienza e dimestichezza ma anche i più negati con questi veloci consigli impareranno senza problemi.

 Fonte immagine: http://cdn.morguefile.com/imageData/public/files/m/MMAARRSS/11/l/14165288669426d.jpg